Carne e cancro: nuovo studio conferma il legame

Standard

http://m.panorama.it/scienza/salute/Carne-e-cancro-nuovo-studio-conferma-il-legame

image

Al di là di ogni possible predisposizione genetica, sappiamo che vi sono comportamenti e stili di vita che possono aumentare il rischio di sviluppare tumori. Uno studio condotto da un centro di ricerca sulla salute americano e pubblicato sulla rivista Nutrients ha valutato l’impatto del consumo di carne e altri prodotti di origine animale, insieme al fumo, all’alcol, agli zuccheri aggiunti e all’esposizione ai raggi UV sui tassi di tumore in 157 paesi. Carne, pesce, uova e latticini risultano avere un peso notevole sull’incidenza del cancro, specialmente di alcuni tipi.

Lo studio include dati a partire dagli anni ’80 in considerazione del fatto che occorrono circa 20 anni per vedere gli effetti di un cambiamento della dieta sui tassi di incidenza dei tumori. Per 87 dei paesi considerati, quelli per i quali gli studiosi avevano accesso a dati di alta qualità sull’incidenza del cancro, gli indici di fumo e di consumo di alimenti di origine animale spiegano oltre la metà dei tassi di incidenza del cancro, mentre al consumo di alcolici è attribuibile una quota minore di casi.

I tipi di cancro con i quali il consumo di prodotti di origine animale presenta una correlazione più marcata sono il cancro al seno, all’utero, ai reni, alle ovaie, al pancreas, alla prostata, ai testicoli, alla tiroide e il mieloma multiplo. Il meccanismo d’azione alla base del rapporto causa-effetto è probabilmente legato al fatto che i prodotti di derivazione animale promuovono la crescita del corpo e anche dei tumori attraverso la produzione del fattore di crescita insulino-simile IGF-1.

Il legame tra maggiore consumo di prodotti animali, aumento della crescita e maggiore incidenza dei tumori tipici dei paesi occidentali è dimostrato dal fatto che i giapponesi più giovani sono più alti rispetto ai più anziani. Nel paese il consumo di alimenti di origine animale, prevalentemente pesce, costituiva un tempo appena il 10% della dieta, ma negli ultimi 20-30 anni l’adozione di uno stile alimentare più simile a quello dei paesi occidentali ha fatto aumentare la quota al 20%. La statura dei giapponesi è cresciuta e con essa, purtroppo, anche l’incidenza di alcuni tipi di tumore comuni nelle popolazioni occidentali.

Il consumo di alcolici risulta maggiormente correlato soltanto a un tipo di cancro, quello del colon-retto, gli zuccheri aggiunti sono associati al tumore al cervello (nelle donne), all’utero, al pancreas e alla prostata, mentre per quel che riguarda i polmoni ovviamente la parte del leone la fa il fumo. E’ molto interessante notare però che il consumo di carne rappresenta un fattore di rischio aggiuntivo per i fumatori. Ancora una volta occorre chiamare in causa i giapponesi per dimostrarlo. Già studi di 20 o 30 anni fa, citati dagli autori, rilevavano che mentre Giappone e Stati Uniti avevano percentuali di fumatori simili, il tasso di incidenza del tumore al polmone era molto più alto negli Usa, dove notoriamente il consumo di carne è assai maggiore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...