Le proprietà del guaranà

Standard

http://www.greenme.it

Il guaranà è una pianta originaria della regione amazzonica, tipica di Paesi come il Venezuela ed il Brasile. Il suo nome botanico latino è Paullinia cubana.

Da essa vengono ricavati degli estratti erboristici dalle interessanti proprietà benefiche per la salute. Il guaranà è normalmente reperibile nelle erboristerie sotto forma di integratore naturale.
Proprietà del guaranà

Una delle maggiori proprietà benefiche legate al guaranà riguarda il suoi effetti energizzanti. Il guaranà avrebbe una struttura simile a quella della caffeina ed i suoi effetti sul nostro organismo sarebbero piuttosto simili a quanto provocato dalla sostanza normalmente contenuta nel caffè. Dato che il guaranà viene rilasciato nell’organismo più lentamente rispetto alla caffeina, i suoi effetti risulterebbero più potenti e duraturi rispetto al caffè.
Il guaranà stimola il sistema nervoso centrale e perciò la sua assunzione in piccole quantità potrebbe essere utile per contrastare il senso di affaticamento ed innalzare i livelli di energia. Il guaranà avrebbe inoltre un effetto calmante rispetto al senso di fame e potrebbe essere in grado di supportare la perdita di peso, come avviene nel caso di spezie quali lo zenzero o la cannella.

Tra le proprietà del guaranà vi è inoltre la sua capacità di incoraggiare i movimenti intestinali, un effetto positivo che potrebbe essere utile in caso di stitichezza. Esso è inoltre considerato utile in caso di complicazioni intestinali come la diarrea o il meteorismo, in quanto può contribuire a disintossicare e purificare il nostro sistema intestinale.
Il guaranà viene indicato non soltanto come un integratore dalle proprietà benefiche specifiche per il nostro corpo, ma anche come un aiuto naturale per la nostra mente. Secondo alcuni studi, il guaranà aiuterebbe infatti a migliorare la memoria, a stabilizzare l’umore ed a conferire maggiore prontezza e capacità di attenzione.
Usi del guaranà

Il guaranà viene impiegato non soltanto per la produzione di integratori naturali, ma anche nella realizzazione di bevande energetiche, rivolte in maniera particolare agli sportivi. Gli estratti utilizzati per la produzione di integratori bevande vengono normalmente ricavati dalle bacche della pianta del guaranà e dai suoi semi.
La forma più naturale del guaranà è costituita da una pasta essiccata ricavata dai semi della pianta. A livello commerciale può essere reperito sotto forma di sciroppi, estratti erboristici, pillole o capsule, in alcuni casi accostato ad altri ingredienti, a seconda dello scopo per cui gli integratori sono stati formulati.
Esso può essere impiegato come ingrediente all’interno di integratori utili a favorire la perdita di peso, per via della sua capacità di stimolare il sistema nervoso nel dare il via al processo di lipolisi, che permette il rilascio di grassi nel sangue, in modo tale che essi possano essere impiegati per ricavare energia durante l’esercizio fisico.
Altri utilizzi del guaranà ne includono l’impiego per il trattamento della pressione sanguigna, con particolare riferimento alla pressione bassa, per la prevenzione della malaria e della dissenteria. Viene inoltre impiegato per stimolare il desiderio sessuale, per incrementare il flusso dell’urina e come astringente.
Nell’industria alimentare può essere impiegato come aromatizzante in bevande e dolciumi. Alcuni integratori naturali vedono il guaranà accompagnato da vitamine come la vitamina C e da sali minerali come il magnesio. I quantitativi da assumere possono variare a seconda delle necessità di ciascuno. Per conoscerle è bene rivolgersi al proprio medico o erborista di fiducia.
Controindicazioni

L’assunzione di guaranà viene solitamente controindicata in gravidanza e nei bambini. L’utilizzo del guaranà non deve avvenire per periodi prolungati di propria iniziativa, cioè senza consultare il parere del medico. Gli integratori di guaranà devono essere tenuti fuori dalla portata dei bambini di età inferiori ai tre anni. La sua assunzione non deve sostituire la buona abitudine di seguire una dieta sana e completa di tutti i nutrienti necessari.
Il guaranà viene inoltre controindicato durante l’allattamento. Non dovrebbe essere assunto da parte di individui allergici o intolleranti alla caffeina o alle sostanze stimolanti. Un dosaggio eccessivamente elevato di guaranà può provocare ansia, disturbi del sonno, diarrea, nervosismo e dolori allo stomaco.
Marta Albè20130504-093808.jpg

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...