Fiori di zucca ripieni

Standard

20130416-213023.jpg

12 fiori di zucca
150 g circa di quinoa
350 g circa di patate dolci rosse
1 cipolla
2 spicchi di aglio
20 mandorle circa
1 manciata di semi di lino
olio evo qb
alga nori in fiocchi

Ho cominciato ovviamente mettendo i fiori di zucca a bagno in acqua per 10 minuti, nel contempo ho portato all’ebollizione 1 litro d’acqua (salata se lo gradite) e ho bollito insieme la quinoa (ho usato il mix bianca-rossa), l’aglio, le patate (se non le trovate inutile dire che qualsiasi altra varietà, pur meno nutriente, può fare al caso vostro) e dopo qualche minuto la cipolla (meglio se di Tropea o novella). Dopo 20 minuti ho tolto il coperchio e spento il fornello per far raffreddare l’impasto che amalgamavo rigirandolo con una forchetta.
Mentre aspettavo che l’impasto raffreddasse ho tolto i fiori di zucca dall’acqua e li ho fatti asciugare sulla carta assorbente… Togliere il pistillo in genere è una prassi, ma per quello che mi riguarda non ha senso (de gustibus)… Fatto ciò procedo accuratamente nel farcirli con il ripieno appena tiepido, trito (meglio se con un mortaio) mandorle e semi di lino, e spargo la mistura ottenuta sopra ai fiori di zucca che ho posto in una teglia; 1 filo di olio evo e inforno per circa 10 min a 200° ultimando la cottura con 2 minuti di grill. Ultimo tocco dello chef: un pò di nori in alternativa al sale che preferisco evitare… Una variante che ho provato in passato prevederebbe di stemperare la farina di lino a fuoco lento con dell’acqua e spennellare la soluzione prima delle mandorle sbriciolate… Il risultato è sfizioso.

http://www.veganblog.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...