Tisane depurative

Standard

Fonte: http://www.giardinaggio.net

 

 

 

Esistono diversi periodi dell’anno in cui può esserci un’esigenza superiore di depurazione e di benessere: ecco spiegato il motivo per cui si cominciano ad effettuare le classiche diete fai-da-te, anche se i risultati, frequentemente, non soddisfano i desideri di chi inizia tali pratiche.

E’ consigliato, al contrario, sfruttare le proprietà benefiche di un gran numero di erbe medicinali, che si possono tranquillamente acquistare sia nelle farmacie che nelle erboristerie, per ottenere dei risultati migliori.

Preparare una tisana depurativa non è affatto complicato, dal momento che abbiamo solamente bisogno di un pentolino, un fornello, le erbe che abbiamo precedentemente scelto nel dosaggio più adatto e un filtro.

Dopo aver raggiunto l’ebollizione dell’acqua, si potrà provvedere a versare le erbe, per poi aspettare diversi minuti in infusione.

L’ultima fase sarà quella di filtrare il preparato e, infine, si potrà servire nelle tazze, per essere bevuta a sorsi.

Possiamo trovare in commercio tisane di tutti i gusti, anche per via del fatto che è necessario soddisfare tutti i gusti della clientela.

Ad ogni modo, le tisane depurative ai gusti di carciofo, cardi e curcuma longa servono essenzialmente per svolgere un’azione benefica sul fegato e per favorire l’organismo nell’affrontare la stagione primaverile.

Il mirtillo, la vite rosso e la centella asiatica sono l’ideale per svolgere un’azione tonificante sull’apparato circolatorio e per ridurre sensazioni di pesantezza e stanchezza che colpiscono le gambe.

Un’altra tipologia di tisana depurativa è rappresentata dalla liquirizia, che agisce essenzialmente nei confronti dell’acidità a livello gastrico e per contrastare i disturbi che vanno a colpire l’apparato digerente.

Le tisane al tiglio, melissa, camomilla e fiori d’arancio si dimostrano particolarmente efficaci per contrastare tutti quegli stati di stress o di stanchezza mentale e favorire un’azione benefica e tonificante su tutto il corpo.

Le tisane depurative rappresentano un’ottima alternativa anche per svolgere un aiuto per dimagrire: nel caso in cui vengano consumate con tale obiettivo, si consiglia di aggiungere dell’aspartame per dolcificarle, in maniera tale da evitare problemi dal punto di visto calorico.

Possiamo trovare un gran numero di tisane depurative, in relazione sopratutto all’azione benefica che abbiamo intenzione di esercitare.

In primo luogo, possiamo trovare delle tisane depurative che servono essenzialmente per sgonfiarsi e vengono anche chiamate più comunemente con il termine di “drenanti”: si tratta di tisane che svolgono un’azione benefica principalmente per contrastare la ritenzione idrica e quei disturbi che vanno a colpire le gambe, come gonfiori o una sensazione di pesantezza.

Esistono anche le tisane depurative ad azione dimagrante, che hanno lo scopo specifico di aiutano a contrastare il fenomeno dell’ingrassamento.

Infine, troviamo tisane depurative che permettono di contrastare efficacemente l’insonnia, ma anche tutti quei problemi che vanno a colpire l’apparato digestivo, in particolar modo per curare dolori di pancia e mal di stomaco: in quest’ultimo caso, si consiglia di impiegare un miscuglio a base di foglie di ribes nero, foglie di melissa, radice di liquirizia e di altea.

Ci sono poche controindicazioni relative alle tisane depurative: in particolar modo, però, è necessario concentrare la propria attenzione sulla presenza di varie erbe che potrebbe provocare reazioni allergiche nel soggetto o, comunque, dare luogo a numerosi disturbi.

Ad esempio, nel caso in cui si voglia consumare una tisana depurativa che presenta al suo interno del tarassaco, sarà necessario prestare attenzione al fatto che tale erba non è assolutamente adeguata ad essere assunta da tutte quelle persone che presentano calcoli alle colecisti oppure persone che soffrono di ulcera peptica.

In definitiva, è sempre meglio chiedere un preventivo consiglio al medico, in maniera tale da essere sicuri nella maniera più assoluta sull’assenza di effetti collaterali per la propria salute.

Un ottimo esempio di tisana depurativa è indubbiamente quello rappresentato dalla tisana depurativa al lampone: per la preparazione di questa tisana è necessario avere a disposizione delle foglie di lampone, sempre essiccate ovviamente.

Si tratta di una soluzione particolarmente efficace per contrastare la stitichezza.

La prima cosa da fare sarà quella di inserire in infusione un cucchiaio di foglie di lampone all’interno di un pentolino contenente due litri e mezzo di acqua (già portata ad ebollizione).

Dopodiché, sarà necessario aspettare almeno dieci minuti per far riposare l’infuso e poi si potrà provvedere al filtraggio.

Le modalità di assunzione consigliate sono le seguenti: due tazze di tisana depurativa al lampone ogni giorno per combattere la stitichezza, anche se si dimostra particolarmente utile ed efficace anche contro le mestruazioni che comportano notevoli sofferenze e dolori.

In quest’ultimo caso è importante consumare la tisana almeno una settimana prima che si verifichi il flusso mestruale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...