Tra i pompieri d’America impazza l’alimentazione vegan

Dopo che un ex-pompiere della caserma di Austin nel Texas Rip Esselstyn ha pubblicato il libro “The Engine 2 Diet“, che spiega come ottenere più energia ed una salute migliore mangiando solo piatti vegan, diverse squadre di vigili del fuoco in vari stati degli USA hanno voluto seguire il suo esempio attraverso dei programmi di alimentazione basati su una dieta al 100% vegan.

In particolare sono due le caserme di pompieri che si stanno alimentando esclusivamente di cibi a base vegetale e, dunque, con pochi contenuti di grassi, ma allo stesso tempo molto gustosi: quella di Bethesda nel Maryland grazie alla collaborazione di Whole Foods Market con l’iniziativa “Healt Star Here” portata avanti proprio da Esselstyn e  tre squadre della caserma di Detroit nel Michigan.

Tra i primi effetti positivi che sono stati riscontrati tra i pompieri vegan, non solo la repentina diminuzione del colesterolo e del peso corporeo, ma anche un amento di pari passo del livello energetico. Oltre che un rinnovato spirito di squadra dettato dal condividere questo percorso e dal cucinare insieme le ricette più sfiziose.

http://www.greenme.it

riso al profumo di curcuma

200 gr di riso
4 grosse carote
2 grossi porri
aceto di umeboshi
sale, curcuma
farina tipo 2 (o integrale o altra)
olio e.v. di oliva, o di girasole
4 foglie di alloro, prezzemolo.

Tagliare le carote a rondelle sottili e i porri a rondelle più spesse. Mettere le verdure in un sacchetto con della farina, e sbattere affinchè la farina aderisca bene dappertutto. In una larga padella mettere l’olio, non troppo, scaldare e versarvi le verdure, compresa la farina rimasta in fondo al sacchetto. Salare e mescolare. Rosolare a fuoco vivace per circa 10 minuti, poi aggiungere l’alloro, l’aceto di umeboshi e mezzo cucchiaino da caffè abbondante di curcuma in polvere.
Rosolare ancora per qualche minuto, quindi aggiungere un bicchiere e mezzo d’acqua, coprire e cuocere a fuoco basso per 20’-30’. Se serve aggiungere ancora acqua. Terminata la cottura aggiungere il prezzemolo tritato.
Lessare il riso e condirlo solamente con un filo l’olio d’oliva. Formare col riso delle cupole al centro di due piatti fondi, oppure pressarlo prima in stampi adatti, leggermente unti d’olio. Creare attorno al riso una corona con il composto di porri e carote, decorando la cima della cupola con una fogliolina di prezzemolo, o con un’oliva. Servite caldo

Curcuma: Proprietà e Benefici

In India è conosciuta ed utilizzata da almeno 5.000 anni, come medicina, spezia e anche colorante; botanicamente parlando, la curcuma appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. Si tratta di piante erbacee, perenni, dotate di rizoma e coltivate prevalentemente nelle regioni tropicali. La pianta della curcuma è caratterizzata da foglie lunghe a forma ovale, mentre i fiori sono raccolti in spighe. Il suo nome deriva dalla lingua persiana-indiana e precisamente dalla parola Kour Koum, che significa zafferano; infatti la Curcuma è anche nota col nome di Zafferano delle Indie. I suoi rizomi, che sono la parte della pianta che contiene i principi attivi, o droga, vengono fatti bollire per parecchie ore e fatti seccare in grandi forni, dopodiché vengono schiacciati  fino ad ottenere una polvere  giallo-arancione che viene comunemente utilizzata come spezia nella cucina del Sud Asia.