Le leggi della natura

Standard

Le leggi della natura sono molto sottili  e vengono applicate molto diligentemente, anche se la gente le ignora. Esistono leggi che affermano perfino la responsabilità dell’uccisione di una formica. Poiché non siamo in grado di creare, non abbiamo il diritto di uccidere alcun essere vivente; perciò le leggi formulate dagli uomini che fanno distinzione tra  l’uccisione di un uomo e l’uccisione di un animale, sono imperfette. Ma se ci sono delle imperfezioni nelle leggi fatte dall’uomo, non ci possono essere difetti in quelle fatte da Dio. Secondo le leggi di Dio l’uccisione di animali è condannabile quanto quella di un uomo. Coloro che fanno distinzione fra questi due crimini stanno architettando le loro leggi in base ai propri comodi. Perfino nei 10 comandamenti è detto: “non uccidere”. Questa legge è perfetta, ma speculando e discriminando, gli uomini ne danno un interpretazione distorta. “Non devo uccidere gli uomini ma posso uccidere gli animali”.  In tal modo la gente inganna se stessa ed è causa di sofferenza per se e per gli altri. Ad ogni modo, le leggi di Dio non giustificano un simile comportamento.

Patrizia Vaier

da Il Dono più Prezioso

Sua divina Grazia A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...